B&B La Finestra sul Teatro – Agrigento

News ed Eventi

Giornate FAI di Primavera 2017: il programma dei siti aperti ad Agrigento

Giornate-FAI-di-Primavera

Manca meno di un mese alla venticinquesima edizione delle Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del FAI che apre le porte di tantissimi luoghi unici d’arte e natura in tutta Italia.

In occasione delle Giornate di Primavera, in programma sabato 25 e domenica 26 marzo 2017, i beni del FAI accoglieranno i visitatori con particolari allestimenti ed interessanti iniziative per celebrare l’arrivo della primavera.

Anche la Sicilia mostrerà le sue bellezze, grazie alle iniziative promosse dalle sedi FAI delle province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani. L’intera Regione aprirà, dunque, le sue porte alla cultura, dando la possibilità di scoprire nuovi luoghi a tutti coloro che desidereranno passare un week-end all’insegna della cultura e della scoperta dei nostri tesori.

Il programma dei luoghi aperti ad Agrigento è molto ricco ed offre tante possibilità, di seguito descritte:

  • NUOVE SCOPERTE NELLA VALLE DEL MITO: SCAVI DEL TEATRO ELLENISTICO E DEL TEMPIO ROMANO

Sarà possibile visitare, all’interno della Valle dei Templi, i luoghi in cui si sta svolgendo la campagna di scavo per riportare alla luce le rovine del grandioso Teatro ellenistico di Agrigento.

Il sito sarà aperto al pubblico venerdì 24 marzo dalle 9.00 alle 13.00 e sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

  • CHIESA DI SAN NICOLA

La Chiesa di San Nicola rappresenta un interessante esempio di gotico cistercense, realizzato nel XIII secolo e con aggiunte successive. Si segnala la poderosa facciata ed il portale ad arco acuto, gli affreschi cinquecenteschi e il superbo sarcofago di età romana che evoca la tragica storia di Ippolito e Fedra.

La chiesa sarà aperta al pubblico venerdì 24 marzo dalle 9.00 alle 13.00 e sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

  • GIARDINO BOTANICO

Il Giardino Botanico di Agrigento, che, nel censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, si è classificato al primo posto in provincia di Agrigento e all’ottavo in Sicilia con 3911 voti, è stato inserito quest’anno, per la prima volta, nell’itinerario visite delle Giornate di Primavera del FAI.

Un luogo incantevole, oltre che per il suo inestimabile patrimonio vegetale, anche per le pregevoli testimonianze archeologiche, per la presenza di ipogei visitabili, di caverne naturali visitabili, di reperti fossili e di fenomeni calcarenitici di suggestiva bellezza.

Sono previste anche iniziative speciali, in occasione del 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello.

Il Giardino sarà fruibile venerdì 24 marzo dalle 9.00 alle 13.00 e sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

  • GIARDINO DELLA KOLYMBETHRA

Il Giardino della Kolymbethra è un bene FAI visitabile tutto l’anno; si tratta di un autentico gioiello archeologico e paesaggistico, situato all’interno del Parco della Valle dei Templi, tra il Tempio dei Dioscuri ed il Tempio di Vulcano.

Il Giardino sarà aperto al pubblico venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 marzo dalle 10.00 alle 17.00.

Sabato 25 e Domenica 26 è prevista la visita, in anteprima, dell’ipogeo Kolymbethra-Porta Quinta, la cui inaugurazione è prevista per metà aprile. La visita è riservata ai visitatori che offriranno un contributo minimo di 10 Euro per il FAI, ed è gratuita per chi si iscrive durante le Giornate FAI di Primavera.

  • GLI EDIFICI PUBBLICI DELL’ANTICA AKRAGAS: EKKLESIASTERION E BOULEUTERION

L’edificio, rinvenuto durante gli scavi per la costruzione del Museo Archeologico, fece pensare dapprima ad un Teatro; si rivelò poi una cavea assembleare, l’ekklesiasterion di epoca greca, a cui corrisponde il Comitium di età repubblicana. I 19 gradini sono per la maggior parte ricavati nel banco roccioso. Sullo stesso posto, in epoca romana, fu costruito un tempio , l’Oratorio di Falaride, trasformato, in epoca cristiana, in cappella, legata alla vicina chiesa di S.Nicola. Alle spalle del Museo, è stato rinvenuto un altro edificio a forma di cavea semicircolare, che è stato interpretato come luogo di riunione della Boulé, il Consiglio.

Ekklesiasterion e Bouleuterion saranno visitabili venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 marzo dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

  • MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE PIETRO GRIFFO, AUDITORIUM M. LIZZI, BIBLIOTECA PIRRO MARCONI

Il Museo Archeologico Regionale di Agrigento, nel cuore dell’antica Agorà, dagli anni ’60 custodisce preziosi reperti, provenienti, non solo dalla città greca e romana di Agrigento, ma anche da numerosi siti archeologici della Provincia. È stato definito una delle espressioni più valide della museografia europea, e ciò, non solo per le valenze architettoniche, ma anche per l’organizzazione scientifica nella sistemazione dei materiali. In particolare, verrà illustrata la splendida collezione vascolare della Sala III, con materiale proveniente per la maggior parte dalle ricche necropoli agrigentine dal VI al III sec. a.C., e la nuova mostra sui rinvenimenti dall’area del Teatro ellenistico.

Il Museo Archeologico Regionale sarà aperto al pubblico venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 marzo dalle 9.00 alle 13.00.

  • TRENO STORICO DELLA VALLE DEI TEMPLI

In occasione del 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello, domenica 26 Marzo 2017 la Fondazione FS italiane, in collaborazione con la Delegazione FAI, organizza un treno storico speciale in servizio tra Licata e Porto Empedocle, con fermata al Giardino della Kolymbetra. Per conoscere gli orari ed il costo del biglietto, visitare il sito www.fondazionefs.it

Per ulteriori informazioni su tutti i luoghi aperti in provincia di Agrigento per la 25^ edizione delle Giornate FAI di Primavera, consulta il sito http://giornatefai.it/ o scarica qui l’elenco completo in formato PDF.